Belluno, 24 febbraio 2019

VENETA 21 Valbelluna – Basket Riviera: 76 – 61

VENETA 21 Valbelluna: Savaris, Ferretto 15, Incarnato 12, De Bona 17, De Toffol 4, Davidoni, Smaniotto 2, Solfa 12, Cadorin 11, Zampieri 3, Florian, Calzavara (all. Piazza, ass. Brandolin)
Tiri da 3: 4 (Ferretto 2, Cadorin, Zampieri), T. lib.: 20/30, usciti per 5 falli: nessuno

Basket Riviera: Babetto, Baso 2, Bellato 3, Calore E. 3, Calore M. 1, Caroldi 16, Casarin 5, Casini 7, D’Este 17, Galletto 1, Monetti 5 (all. Calore)
Tiri da 3: 5 (D’Este 2, Caroldi, Bellato, Calore F.), T. lib.: 12/21, usciti per 5 falli: Casarin (doppio tecnico)

Parziali: 17 – 19, 17 – 9, 19 – 11, 23 – 22

Arbitri: Bonaudo T e Vescovo P.

Importante vittoria del Valbelluna – per il morale e per la classifica – che si impone tra le mura amiche del “De Mas” sul Basket Riviera, lasciandosi definitivamente alle spalle la “sfortunata” trasferta in terra veneziana della settimana scorsa.

Dopo quello di Matteo Solfa dello scorso mese di gennaio, un nuovo innesto arricchisce il valore della rosa a disposizione di coach Piazza: Andrea Incarnato, classe 1997, guardia napoletana proveniente dal Roccarainola, militante nella serie D campana, trasferitosi a Belluno per motivi di lavoro e che vestirà la casacca bianco rossa fino al termine della stagione. Benvenuto Andrea!

Di seguito la cronaca della gara di Francesca Ceolin, dal Corriere delle Alpi del 25 febbraio.

La partenza del Riviera è bruciante, conquista il primo possesso e segna ripetutamente con D’Este. Solo Smaniotto e Ferretto dalla media limitano l’inerzia degli avversari. Sul –7 Piazza corre ai ripari e chiama minuto. Al rientro, il quintetto bellunese ritrova concentrazione e intensità difensiva, che cambiano l’andamento della partita. Incarnato, con la collaborazione di Cadorin, recupera un pallone e segna i sui primi due punti in campionato. Lo seguono Solfa e De Toffol che accorciano le distanze. Nuovamente De Toffol dalla lunetta impatta e porta il Valbelluna sul 17 a 17 a 2’ dalla fine. Il quarto si chiude col Riviera in vantaggio di 2 punti, ma il Valbe è presente.

Nel secondo quarto De Bona, sul –4, guida la reazione Bellunese, trovando il pareggio con due soluzioni personali. Solfa successivamente regala il vantaggio dalla lunetta. Ancora De Bona, lo stesso Solfa e Ferretto, concretizzano il vantaggio portandosi sul + 8 a 4’ e 56” dal riposo lungo. Il Riviera reagisce e trova il –6, ma è Incarnato che con una buona soluzione dallo spigolo della lunetta chiude il quarto sul +8.

Il Valbelluna al rientro dagli spogliatoi parte con la giusta intensità trovando subito con Incarnato due punti. Poi Ferretto da due e da tre, ed ancora Incarnato, incrementano il vantaggio e si portano sul più 12. Il Riviera si innervosisce e perde Casarin a 8’ dalla fine per un doppio fallo tecnico. Il Valbelluna ne approfitta con Cadorin e Ferretto da 3 ed agguanta il +18.

Il Riviera passa a zona e i bellunesi conseguentemente perdono un po’ di concentrazione, lasciando spazio a qualche ingenuità. Piazza chiama minuto per chiarire le idee a 2 e 44 dalla fine del quarto. Al rientro Florian commette il suo 5° fallo, la tensione sale. Gli arbitri tengono ferma la partita per diversi minuti ed escono dall’imbarazzo assegnando un fallo tecnico ad ogni panchina. Smaniotto per il Valbelluna segna nel pitturato ma i veneziani accorciano le distanze allo scadere da tre punti e chiudendo 53 a 39.

Durante l’ultimo quarto, il Riviera prova con Caroldi a reagire, approfittando del calo bellunese e portandosi a –9 a 3’44” dalla fine. Ma Zampieri, Cadorin e De Bona sono bravi a contenere il ritorno avversario e a gestire il vantaggio, conquistando la seconda meritata vittoria stagionale.