Belluno, 31 marzo 2019

VENETA 21 Valbelluna – TRE PONTI Silea: 69 – 78

VENETA 21 Valbelluna: Savaris 2, Ferretto 12, Incarnato 8, De Bona 8, De Toffol 2, Davidoni, Smaniotto, Solfa 15, Cadorin 5, Longo, Florian 10, Calzavara 7 (all. Piazza, ass. Brandolin)
Tiri da 3: 7 (Ferretto 2, De Bona 2, Calzavara, Cadorin, Incarnato), T. lib.: 20/27, usciti per 5 falli: Cadorin

TRE PONTI Silea: Callegaro 6, Portello C. 5, Gabbin 2, Furlan 8, Baseggio 2, Benetollo 18, Possagno 11, Portello J. 3, Zamuner 5, De Cicco 17, Pesce 1 (all. Schiavinato, ass. Donadel)
Tiri da 3: 8 (Possagno 3, Zamuner, Benetollo 2, Callegaro, Portello), T. lib.: 12/25, usciti per 5 falli: nessuno

Parziali: 19 – 20, 18 – 30, 19 – 13, 13 – 15

Arbitri: Bonato M. e Stinà G.

Il Valbelluna ospita al “De Mas” il Tre Ponti Silea ottavo in classifica, ma in striscia positiva da cinque gare consecutive. I bellunesi, che vengono dalla sconfitta con l’Alvisiana, pur consapevoli delle difficoltà della gara vogliono comunque conquistare i due punti, per cercare di accorciare la distanza dal Riviera e preparare nel migliore dei modi gli ormai imminenti play out.

Quintetto di partenza per il Valbelluna composto da Ferretto, Florian, Calzavara, Solfa ed Incarnato. Primo possesso e primi due punti della gara per i padroni di casa grazie a Solfa che danza sul piede perno all’interno del pitturato segnando con un gioco di prestigio. Gli rispondono però Benetollo e De Cicco che portano gli avversari sul +2. Il Valbelluna mette la freccia e prova a scappare: Florian e Calzavara da due, Ferretto dall’arco trovano il +7 con 6’ da giocare. Silea però reagisce, e forte del bonus falli già da metà del quarto, raggiunge e supera i bellunesi chiudendo il quarto sopra di 1 (19 – 20).

De Bona apre la seconda frazione di gioco segnando da tre punti e De Toffol dalla lunetta regala il nuovo vantaggio ai bellunesi. Il Valbelluna prova a disporsi a zona per cercare di chiudere la propria area ma Possagno tira fuori dal cilindro tre triple consecutive che segnano il primo break a favore degli ospiti (24 – 30) costringendo coach Piazza a richiamare i suoi in panchina. Al rientro Cadorin e De Bona cercano di limitare i danni, ma Silea è in fiducia ed ancora dai 6 metri e 75 con Portello e Benetollo (due volte) trova i punti del +13 con il quale le due squadre vanno negli spogliatoi (37 – 50).

Così come una settimana fa a Venezia il passivo accumulato nella seconda frazione non scalfisce le ambizioni di vittoria dei padroni di casa che si ripresentano in campo con rinnovata energia, trovando buone soluzioni contro la zona avversaria. Calzavara, Solfa, Florian ed Incarnato riducono il gap a -10 (47 – 57) con 5’ da giocare. E’ il miglior momento della partita per i bellunesi: De Bona e Solfa dalla lunetta e Ferretto da tre infiammano il De Mas portando il Valbelluna al quarto finale ancora sotto di 7 (56 – 63) ma con l’inerzia a proprio favore.

Il ritrovato equilibrio non giova alle due squadre: si sbaglia molto da una parte e dall’altra del campo fino al canestro di Portello, dopo oltre 3’ di gioco, che riporta Silea avanti di 9. Il Valbelluna però non demorde e con Ferretto, Solfa, Florian ed Incarnato trova i canestri del – 6 ed infine anche quelli del – 4 grazie ai due tiri liberi concretizzati da Calzavara a 3’08 dalla fine a seguito di un fallo antisportivo (66 – 70). Sulla rimessa successiva i padroni di casa hanno anche la palla del – 2 che danza però sul ferro prima di uscire. E’ l’ultimo sussulto della partita: i bellunesi si disuniscono non riuscendo a trovare più la via del canestro consentendo a Silea di amministrare nei minuti finali la vittoria che vale l’accesso ai play off.