Oderzo, 7 aprile 2019

COE Mansuè – VENETA 21 Valbelluna: 74 – 80

COE Mansuè: Baratella 3, Ongaro 15, Schiocchetto 3, Verso 17, Zamattio 7, Barro 6, Zaharia, Cancian 2, Turchetto 16, Bariveria 5, Redigolo, Momesso (all. Battistella, ass. Baratella)
Tiri da 3: 7 (Bariviera, Turchetto 2, Verso 3, Ongaro), T. lib.: 13/21, usciti per 5 falli: Verso

Valbelluna Basket: Savaris 3, Ferretto 14, Incarnato 12, De Bona 21, De Toffol 13, Davidoni, Smaniotto 2, Zanivan 5, Solfa, Cadorin 3, Florian 6, Calzavara 1 (all. Piazza, ass. Brandolin)
Tiri da 3: 5 (Ferretto 2, Zanivan, De Bona, Savaris), T. lib.: 23/30, usciti per 5 falli: nessuno

Parziali: 24 – 18; 16 – 13; 20 – 16; 14 – 33

Arbitri: Quaggia D. e Granzotto C.

Poco più di tre mesi fa, nell’ultima gara dell’anno prima della sosta natalizia, il Mansuè aveva inflitto al “De Mas” forse la più pesante sconfitta di stagione ai bellunesi, la dodicesima consecutiva. Una sconfitta “pesante” oltre che per il consistente passivo – quasi 40 punti di scarto! – anche per il morale con i bellunesi a corto di motivazioni dopo il brillante e spregiudicato avvio di campionato, per quanto avaro di successi, l’improvviso cambio in corsa alla guida tecnica della squadra ed il permanere, nonostante l’impegno profuso, dello “zero” nella casella delle partite vinte.

Con il nuovo anno non è che la situazione sia cambiata radicalmente: il Valbelluna occupa sempre l’ultimo posto della graduatoria ma, grazie anche ai preziosi innesti di Solfa ed Incarnato, sono arrivate le prime vittorie con Nervesa e Riviera, i ragazzi si sono ricompattati e comunque in ogni occasione hanno dimostrato di poter competere alla pari con qualsiasi altra formazione del girone venendo spesso puniti nel finale di gara per una certa incapacità, frutto dell’inesperienza, nel sapere gestire i momenti topici della partita.

Domenica sera ad Oderzo…la partita che non ti aspetti! I bellunesi, costretti a rincorrere per tutta la gara i padroni di casa, hanno costruito proprio nei minuti finali il loro successo, il primo in trasferta, con una prestazione encomiabile per intensità e carattere recuperando 13 punti al Mansuè, raggiunto sul 73 pari, ed infine staccandolo nel concitato finale.

Eppure era partito veramente male il Valbelluna con coach Piazza costretto al primo time out dopo nemmeno 100 secondi di gioco ed i padroni di casa già avanti di 7 (7 – 0). La sosta in panchina permette agli ospiti di riordinare le idee, ed a trovare i primi punti della gara con Incarnato e Ferretto, quanto basta per rintuzzare la sfuriata iniziale del Mansuè e chiudere il quarto sul punteggio di 24 – 18 con due tiri liberi ed una tripla di De Bona.

Il tema della gara non cambia alla ripresa del gioco: Mansuè sembra poter gestire il match con apparente tranquillità ma i bellunesi comunque, pur senza brillare, sono bravi a rimanere in scia degli avversari, trascinati da Turchetto (40 – 31).

Mansuè prova a scappare costruendo un importante vantaggio in doppia cifra al rientro in campo dopo la pausa lunga. Nel momento più difficile della gara Zanivan trova tre punti fondamentali dalla lunga distanza allo scadere dei 24 secondi ed altri due subito dopo incuneandosi nell’area avversaria. Due triple consecutive di Verso e Turchetto nel finale di periodo danno nuovo margine ai padroni di casa parzialmente ricucito da un gioco da tre punti di Florian per il 60 – 47 con il quale le due squadre si affacciano ai 10 minuti finali.

Che sono un monologo bellunese! Le certezze di Mansuè cominciano lentamente ma inesorabilmente a dissolversi sotto i colpi di Incarnato, di De Toffol, una spina nel fianco all’interno del pitturato, e di De Bona, infallibile a cronometro fermo. La tripla di Ferretto riporta a – 3 il Valbelluna che poco dopo raggiunge la parità sul 73 pari con cinque punti consecutivi di De Bona e poco meno di 100 secondi da giocare. Ancora Ferretto dall’arco porta per la prima volta e definitivamente in vantaggio gli ospiti ormai in completa fiducia e De Bona infine dalla lunetta mette il punto esclamativo su un ultimo quarto da incorniciare (74 – 80).