Domegge di Cadore, 13 aprile 2019

VENETA 21 ValbellunaPall. Valdobbiadene : 75 – 70 (d.t.s.)

Valbelluna Basket: Savaris 2, Ferretto 13, Incarnato 13, De Bona 16, De Toffol 4, Smaniotto, Zanivan, Solfa 8, Cima, Longo, Florian 13, Calzavara 6 (all. Piazza, ass. Brandolin)
Tiri da 3: 5 (Ferretto 3, Incarnato, De Bona), T. lib.: 13/20, usciti per 5 falli: nessuno

Pall. Valdobbiadene: Galiazzo 2, Bailo 11, Rossetto 17, Tosi 29, Mazzocato, Fontana, Santos 10, Prosdocimo, Castellan, Buziol 1 (all. Binotto, ass. Frassetto)
Tiri da 3: 7 (Tosi 7), T. lib.: 11/20, usciti per 5 falli: nessuno

Parziali: 18 – 12, 19 – 17, 10 – 18, 16 – 16, 12 – 7 (o.t.)

Arbitri: Bolzonella G. e Vescovo P.

Il Valbelluna batte il Valdobbiadene nell’ultimo turno del girone di qualificazione: con questo successo i bellunesi superano in classifica il Basket Riviera, sconfitto in casa dalla Revolution di Castelfranco e chiudono così al penultimo posto della classifica “pescando”, nella lotteria dei play out, il Redentore Este che avrà comunque il vantaggio del fattore campo.

E’ stata una partita intensa ed equilibrata – giocata nell’insolita ma prestigiosa cornice del “Pala Cian Toma” di Domegge di Cadore, stante l’indisponibilità del “De Mas” – che il Valbelluna sembrava poter condurre in porto con relativa facilità fino a metà del terzo quarto, con i padroni di casa in vantaggio di 13 punti sul punteggio di 45 – 32. Poi improvvisamente qualcosa si è inceppato nei meccanismi offensivi dei ragazzi di coach Piazza che si sono disuniti favorendo il prepotente ritorno degli ospiti, bravi a recuperare lo svantaggio ed a chiudere la terza frazione in perfetta (47 – 47) ma con l’inerzia della gara dalla loro parte.

Ultimo quarto al cardiopalma con il Valdobbiadene che sembra averne di più trascinato da Tosi in grande spolvero. Proprio quest’ultimo, a poco più di 10 secondi dalla sirena finale, infila la tripla (la settima di giornata!) del + 3 che sembra chiudere definitivamente i giochi. Pronto time out chiamato dalla panchina bellunese per giocare la rimessa nella metà campo offensiva che libera Ferretto in angolo, ma in precarie condizioni di equilibrio: la “preghiera” del numero quattro bellunese trova il fondo della retina infiammando il pubblico di casa accorso numeroso a Domegge.

Il canestro dell’insperata parità dona nuova linfa al Valbelluna ormai nuovamente in controllo della gara: De Bona firma 7 punti consecutivi, ed ancora Ferretto, a cronometro fermo, infila i due tiri liberi della definitiva tranquillità e del nuovo successo dei bellunesi, il secondo consecutivo ed il quarto nelle ultime 10 partite, che conferma il positivo momento di crescita della squadra.

Ora più che mai è vietato rilassarsi. Dopo la pausa pasquale, i bianco rossi affronteranno in trasferta a Este il Redentore, terz’ultimo classificato del girone verde con uno score di 9 vittorie e 17 sconfitte, nel primo, fondamentale, turno dei play out. Non serve aggiungere altro se non un grande…forza ragazzi, forza Valbelluna!