Motta di Livenza, 9 febbraio 2020

Pall. Motta – Valbelluna Rossa: 63 – 58

Parziali: 10 – 17, 18 – 10, 14 – 15, 21 – 16

Pall. Motta: Battiston 2, Travisan 2, Aldea 14, Barbato 15, Favaro F. Gabbana 2, Martin 7, Karim 10, Giudici 3, Roman 8, Jamghili, Stradiotto (all. Pellos)

Valbelluna Rossa: Cargnel 12, Bartoluci 1, Pujols 14, Calandri 1, Paganin 9, Facchin 11, Paniz 6, Raccanello 1, Menin, Russo 3 (all. Lucchetta)

Ancora un finale punto a punto ed ancora una sconfitta per il Valbelluna. I ragazzi di Lucchetta giocano alla pari per 38 minuti col Motta, sembrano poter portare a casa una prestigiosa vittoria, ma si arenano negli ultimi 120 secondi di gara.

L’inizio del quintetto bellunese è sprint: precisione al tiro e soluzioni in velocità mettono alle corde il Motta, apparentemente rimasto negli spogliatoi. Il primo parziale vede gli ospiti avanti di 7 punti.

La situazione si ribalta nel secondo periodo, con un Motta più reattivo e un Valbelluna che allenta la difesa concedendo agli avversari campo, rimbalzi e canestri facili. L’indisponibilità di Mollo e Bogo costringe Pujols agli straordinari (buona comunque la sua prova) e Facchin si fa ben valere sotto canestro, molto positiva la sua prestazione a rimbalzo.

Il terzo quarto è all’insegna dell’equilibrio, si va all’ultimo periodo in situazione di perfetta parità (42-42).

Nell’ultimo periodo i bellunesi sembrano avere una marcia in più e a 4 minuti dalla fine mettono la testa avanti. Fatali però gli ultimi due giri d’orologio con il Motta che trova canestri con continuità ed è più preciso degli ospiti dalla lunetta quando questi ultimi ricorrono al fallo sistematico.